Come disabilitare il blocco pop-up dei principali Browser

I Pop-up sono ritenuti da molti come un fastidio a dir poco universale. Ma non sono sempre qualcosa che va bloccato a tutte le ore: attualmente alcuni siti hanno bisogno di questa funzione per certe attività, o semplicemente per come è stato programmato in principio. Per questo bisogna anche considerare che i nostri browser sono quasi sempre pronti a bloccare ogni tipo di pop-up, e per questo può essere necessario cambiare alcune impostazioni.

In questa guida parleremo di come cambiare il blocco pop-up presente nei vari browser, sia personalizzandolo o disabilitando del tutto.

In  Google Chrome e basati su Chromium

Aprite il menù in alto a destra e passate alle impostazioni. Cercate “Popup” oppure andate sotto sicurezza e privacy, quindi impostazioni sito e popup e reindirizzamenti. All’interno di questa sezione è possibile bloccare o inserire la possibilità di far passare i pop-ups dal sito del nostro interesse. E’ anche possibile disabilitare completamente il blocco.

Nel caso è possibile trovare quest’impostazione direttamente da qui (chrome://settings/content/popups).

Su Firefox e compatibili

Aprite le impostazioni attraverso il menù in alto a destra. Sotto Privacy e Sicurezza vi sarà possibile trovare la sezione adeguata per bloccare i pop-up, con un menù delle eccezioni che potete regolare a seconda dei vostri desideri. E’ possibile disattivare completamente la funzione nel caso vi sembrerà appropriato.

Nel caso è possibile trovare quest’impostazione da quest’indirizzo (about:preferences#privacy).

Su Microsoft Edge

Siccome questo browser è basato su Chromium, è facile trovarne la sezione adeguata per quel che riguarda i Pop-up. Aprite le impostazioni sempre dal menù in alto a destra, entrate nelle impostazioni e cercate la sezione che riguarda i Cookies e i permessi per i siti. All’interno è presente un opzione per i popups e reindirizzamenti. All’interno è sempre possibile regolare i siti da bloccare o meno, ma è anche possibile disabilitare completamente l’opzione.

Su Safari

Se avete un iMac / MacBook munito di MacOS, è importante sapere anche come maneggiare la funzione di blocco pop-ups anche da lì. Aprite Safari, entrate nelle impostazioni e cercate quelle che riguardano i siti web. All’interno sarà presente una sezione che riguarda le finestre pop-up. E’ possibile disabilitare la funzione oppure creare una lista delle eccezioni.

Gli eventi marcati Apple dell’ultimo anno e le novità

I vari eventi Apple di quest’anno sono arrivati e andati, conclusi con quello che si può definire come un discreto periodo per la casa della mela morsicata. Abbiamo avuto l’iPhone 13, nuovi Mac, ed anche l’arrivo di chipset ancora più potenti ed equipaggiati. Le meraviglie dell’Apple Silicon M1 Max sono veramente strabilianti, anche se non si può ignorare che alla fine dei conti…qualcosa manca, e soprattutto manca ai fan dell’Apple. Qualcosa che alla fin dei conti non abbiamo ancora sentito annunciato come deve. 

Vediamo di spiegare quali sono questi annunci di cui non abbiamo ancora sentito l’arrivo, quando finalmente potrebbero arrivare, e se ci converrà davvero avere a disposizione un prodotto di questo genere.

Un Apple Watch che non sia delicato come quelli in commercio.

Siamo sinceri: l’Apple ha davvero aperto una rivoluzione particolare sul mercato, ed è quello dell’orologio intelligente. Non si può ignorare che grazie a questo prodotto si è dato il via ad un interesse spropositato nel gadget, tanto da diventare un compagno ideale per fare moto, fare attenzione all’attività cardiaca, e di recente anche controllare aspetti che ruotano attorno all’intensità dell’ossigeno nel sangue.

Ma rimane sempre un prodotto molto delicato. Anche se l’ultimo modello di settima generazione ha una certificazione IP6X ed una WR50, ciò non lo rende comunque molto adatto ad attività più intense. Questo è in effetti un campo dove altri Smartwatch dominano meglio il mercato, ma non sono spesso efficienti o sensibili come i sensori montati nell’Apple Watch. Alla buona ci si può comunque accontentare di una cover Rugged per poter rimediare a questa mancanza, il che forse ci fa dire alla fin fine: abbiamo davvero bisogno d’un Apple Watch “estremo”?

Un Apple Watch che sia davvero nuovo

Oltre questo, l’ultimo Apple Watch sembra piuttosto un “6 Pro” che non ha sorpreso molti utenti. Sì, ha uno schermo più grande, è leggermente più potente e più equipaggiato. Per molti è l’Apple Watch definitivo…da questo punto di vista del design. Non è forse tempo di avanzare verso un altro tipo d’orologio? Il look dell’Apple Watch non è cambiato per molti anni, e forse per certe persone questo aspetto non ha questa forte necessità di cambiare.  Se vogliamo essere sinceri, l’Apple ha sempre impiegato molti anni per cambiare qualcosa di cruciale nei propri prodotti. E’ così che è stato ad esempio rivelata la tacca nei suoi iPhone, ad iniziare dal modello X. Questi cambiamenti vengono spesso studiati per lungo tempo, per avere l’assoluta certezza che possono essere utili e distinguibili dal resto degli altri prodotti in commercio. Tutto quello che bisogna fare è avere pazienza.

Un iPhone capace di connettersi ai satelliti

Per lungo tempo si è parlato di come l’iPhone 13 era capace di connettersi ai satelliti per effettuare chiamate d’emergenza anche in caso di totale assenza di linea. Alla fine è stato svelato che questi cellulari non possono effettuare alcun tipo di chiamata di questo genere, nemmeno di tipo LEO (Low Earth Orbit). Questo Smartphone, così come tanti altri in commercio, non ha semplicemente la componentistica necessaria per effettuare chiamate di questo genere. Non è comunque impossibile. Vi sono dei telefoni satellitari che sembrano, di fatto, degli Smartphone. Il discorso riguarda anche il costo di un eventuale abbonamento, qualcosa che al momento non si vuole nemmeno considerare sopra il costo dei già tanti servizi offerti dall’Apple.

Plugin optimized by Syrus